Ultimi aggiornamenti

Ultimo aggiornamento:
6.11.18 La rima al
22/07/18 Maria
13/06/18 Amare e
22.04.18 Madonna
1.04.18 Autostrada
10.09.17 AVE MARIA
15.09.16 Addolorata
28.08.16 Messaggi di
11/07/16 Mamma
24/01/16 Schiavitù
Concezione di Placido T.
27/12/14 Ave Maria
26/06/14 33 anni di
09/06/14 Dio è più
02/01/14 La divina
25/12/12 Natale è lì,
25/11/12 Una grande
24/10/12 Maria e
25/08/12 Enigma:
13/05/12 Festa della
06/05/12 I fiori
10/04/12 il falsario
09/03/12 superare
04/03/12 Casale
15/01/12 Mammona
18/12/11 Nuova
24/11/11
27/10/11 La scala
19/09/11 43.mo
03/09/11 Fondo
1° /09/11 Amare
24/08/11 Gesù
24/08/11
22/08/11 Amami
11/08/11 La barca
18/07/11 Mi ami tu
13/07/11 "Dio come
29/06/11 Filosofia
27/06/11 Che faccia
17/06/11 il Divino
13/06/11 gruppo
9/06/11
9/06/11
5/06/11
 
 

Madonna Nera

IL Santuario della Madonna
Nera di Jasna Gora, è stato
gemellato con il Santuario
della Madonna del Divino
Amore, dal Papa
San Giovanni Paolo II.

La grotta di Elia

5 giugno 2011
notizie parrocchia Divino Amore
Il territorio del nuovo santuario si estende ampiamente all'intorno e si presta alle passeggiate per la meditazione e per la preghiera. Ma la sacralità del luogo viene profanata in vari modi dagli intrusi che lasciano le tracce del loro passaggio e dello scempio che fanno.  Così ho scoperto come la grotta di Elia ha subito azioni vandaliche.

Elia è il grande profeta dello Spirito Santo. La Bibbia racconta (RE,18) le vicende con i profeti di Baal. Era una sfida tra il vero Dio e quello falso. Consisteva nel preparare un altare con l'offerta pronta sull'altare ma senza accendere il fuoco. Era il vero Dio che doveva accendere il fuoco. I profeti di Baal supplicarono inutilmente fino al tardo pomeriggio.
 
Poi venno l'ora di Elia. Egli fece preparare l'altare con le dodici pietre e vi pose la legna ed il toro squartato. E vi fece buttare l'acqua sopra per ben tre volte di seguito tanto da riempire il fosso intorno.
"SIGNORE FA VEDERE A TUTTI CHE TU SEI DIO IN ISRAELE"
Il Signore mandò un fuoco che consumò l'offerta, la legna, persino le pietre e la terra all'intorno, e prosciugò il fosso...
 
Don Pasquale il rettore parroco del Santuario, aveva opportunamente usato una di quelle grotte scavate nelle colline attorno al nuovo santuario per collocarvi una statua del profeta Elia intento a pregare ed a meditare la Parola di Dio. Infatti, nella sua vita egli dovette nascondersi in una grotta per sfuggire ai suoi persecutori ed i corvi gli portavano da mangiare per ordine del Signore.
Purtroppo, se Elia è sfuggito ai suoi persecutori non è sfuggito ai vandali che hanno spezzato la sua statua. Come si vede nella foto, ci sono rimaste solo le gambe...
   
 
Ma nella grotta c'era un'altra sorpresa: c'è una pecora che è venuta a rifugiarsi (anche lei!) dal temporale e per la notte incombente e questa assomiglia moltissimo alle rappresentazioni che si fanno di Gesù quale agnello di Dio.
 
  
 
SPERIAMO CHE QUALCUNO PENSERÀ GENEROSAMENTE A COSTRUIRE UNA RECINZIONE DI TUTTO QUESTO TERRENO SACRO IN MODO DA PROTEGERNE LA SACRALITÀ CON UNA BELLA SIEPE DI FIORI O DI MELOGRANI O DI FICHI D'INDIA....
 
 

Viva Maria!

    Viva Padre Pio
Viva don Umberto!
 
È autorizzata duplicazione
di tutto il materiale
originario di questo blog
con citazione della fonte.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy