Ultimi aggiornamenti

Ultimo aggiornamento:
6.11.18 La rima al
22/07/18 Maria
13/06/18 Amare e
22.04.18 Madonna
1.04.18 Autostrada
10.09.17 AVE MARIA
15.09.16 Addolorata
28.08.16 Messaggi di
11/07/16 Mamma
24/01/16 Schiavitù
Concezione di Placido T.
27/12/14 Ave Maria
26/06/14 33 anni di
09/06/14 Dio è più
02/01/14 La divina
25/12/12 Natale è lì,
25/11/12 Una grande
24/10/12 Maria e
25/08/12 Enigma:
13/05/12 Festa della
06/05/12 I fiori
10/04/12 il falsario
09/03/12 superare
04/03/12 Casale
15/01/12 Mammona
18/12/11 Nuova
24/11/11
27/10/11 La scala
19/09/11 43.mo
03/09/11 Fondo
1° /09/11 Amare
24/08/11 Gesù
24/08/11
22/08/11 Amami
11/08/11 La barca
18/07/11 Mi ami tu
13/07/11 "Dio come
29/06/11 Filosofia
27/06/11 Che faccia
17/06/11 il Divino
13/06/11 gruppo
9/06/11
9/06/11
5/06/11
 
 

Madonna Nera

IL Santuario della Madonna
Nera di Jasna Gora, è stato
gemellato con il Santuario
della Madonna del Divino
Amore, dal Papa
San Giovanni Paolo II.

come agnello al macello- visita al mattatoio.

17 aprile 2011
news
"Come agnello condotto al macello", così viene descritto Gesù. Bene a proposito nella settimana di Passione è capitata questa narrazione di una visita al mattatoio, di un gruppo di studenti della scuola agraria a Roma.

Una esperienza indimenticabile per una diecina di studenti dell'ultimo anno dell'istituto tecnico agrario, perché non tutti se la sentivano di affrontare questo spettacolo, al mattatoio.
E' come un campo di concentramento. All'inizio gli animali che arrivano non sanno bene, non si rendono conto di cosa gli aspetta. Ma c'è nell'aria una sensazione che preannuncia lo scopo di questo trasloco.
Ma una volta entrati dentro la costruzione l'odore è inconfondibile: odore di sangue, vapori caldi, peli bruciati... E poi molti animali hanno un olfatto particolarmente sensibile, certamente molto più sensibile del nostro.
"Ad un certo punto il cavallo ha capito benissimo cosa stavano per fargli. E si è ribellato alla morte, si è imbizzarrito! Poi si è calmato... si è rassegnato!" "Il momento più emozionante e toccante è stato quando, rassegnato, si è voltato con lo sguardo verso il nostro gruppo di studenti, come se volesse invocare pietà!" "Non potevo fargli nessun sorriso, ne manifestargli un gesto di simpatia o di affetto, perché secondo me sarebbe stato peggiore...come un tradimento!" "Così, con lo sguardo su di noi, è crollato senza pietà dopo il colpo infertogli dall'arma spara-chiodi!" "E poi sgozzato, perdeva sangue, fiotti di sangue, quanto sangue!"
"I maialini invece vengono posti in fila, e dopo la scossa elettrica fortissima, vengono trascinati dal nastro scorrevole che li trasporta, come una catena industriale. Anche loro vengono sgozzati con dei buchi nel collo." "Sembrano tanti bambini!" "costo: 60 euro a maialino."
 
Meditazione.
Anche Gesù ha pregato per evitare la croce che l'aspettava, ma disse al Padre: sia fatta la tua volontà!"
E anche lui rassegnato (come il cavallo) a affrontato la sua Passione. Perché ha voluto salvare noi, soffrire al nostro posto visto che i veri colpevoli da condannare siamo tutti noi, per i nostri peccati. 
Ha sudato sangue per l'angoscia, perché ha dovuto accettare il peggiore dei tradimenti, quello che si fa con un bacio... che normalmente è segno di affetto.
Gesù sapeva che, ormai i Giudei lo volevano morto. Ma non solo Lui sapeva, qui anche la madre sapeva ed ha assistito alla scena, con la sua presenza ai piedi della Croce, piangendo e supplicando invano pietà per il figlio innocente. Ma non c'è stata pietà né per il figlio né per la Madre.
Se avessero preso i maialini in presenza della scrofa, questa si sarebbe inferocita, talmente da diventare pericolosissima per chiunque fosse stato lì presente. Si sarebbe scatenata, per il suo istinto naturale di protezione materno per i suoi cuccioli. Un istinto talmente forte che un animale non ammette che nessun estraneo si avvicini nemmeno alla sua nidiata.
Il dolore per un figlio innocente viene moltiplicato e a dismisura ingigantito per averlo condannato a morte e torturato e ucciso sotto gli occhi della sua madre.
Gesù e Maria vittime al posto nostro.
 

Viva Maria!

    Viva Padre Pio
Viva don Umberto!
 
È autorizzata duplicazione
di tutto il materiale
originario di questo blog
con citazione della fonte.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy