Ultimi aggiornamenti

Ultimo aggiornamento:
6.11.18 La rima al
22/07/18 Maria
13/06/18 Amare e
22.04.18 Madonna
1.04.18 Autostrada
10.09.17 AVE MARIA
15.09.16 Addolorata
28.08.16 Messaggi di
11/07/16 Mamma
24/01/16 Schiavitù
Concezione di Placido T.
27/12/14 Ave Maria
26/06/14 33 anni di
09/06/14 Dio è più
02/01/14 La divina
25/12/12 Natale è lì,
25/11/12 Una grande
24/10/12 Maria e
25/08/12 Enigma:
13/05/12 Festa della
06/05/12 I fiori
10/04/12 il falsario
09/03/12 superare
04/03/12 Casale
15/01/12 Mammona
18/12/11 Nuova
24/11/11
27/10/11 La scala
19/09/11 43.mo
03/09/11 Fondo
1° /09/11 Amare
24/08/11 Gesù
24/08/11
22/08/11 Amami
11/08/11 La barca
18/07/11 Mi ami tu
13/07/11 "Dio come
29/06/11 Filosofia
27/06/11 Che faccia
17/06/11 il Divino
13/06/11 gruppo
9/06/11
9/06/11
5/06/11
 
 

Madonna Nera

IL Santuario della Madonna
Nera di Jasna Gora, è stato
gemellato con il Santuario
della Madonna del Divino
Amore, dal Papa
San Giovanni Paolo II.

L'Isis minaccia Roma

7 marzo 2015
news
Continua la presenza minacciosa dell'Isis dalla Libia in particolare. Strano, ma purtroppo l'Isis è riuscita a rafforzarsi in Libia.
Accadono fatti curiosi e tutto fa pensare ad un piano preciso di aggressione contro Roma. È possibile che non si riesca a fermare l'avanzata dell'Isis?

Quando si trattava di rubare il petrolio a Gheddafi, l'Occidente con la Francia in testa, non c'ha messo niente a rovesciare il suo regime, e a scatenare la guerra civile in Libia. Così hanno fatto altrove chiamando la rivoluzione con un nome carino come "la primavera araba", alla faccia di tutti quelli che soffrirono e che furono feriti ed uccisi e lo sono ancora.
Ma l'Isis, come è nata? Se mi ricordo bene, sono truppe addestrate dagli USA per fare guerra al regime siriano. E l'obbiettivo quale era se non quello di rubare anche lì le risorse energetiche? Poi questi hanno capito che stanno facendo una guerra per la conquista dei pozzi... Ma chi glielo fa fare?
Avranno deciso di conquistarseli per se stessi i pozzi e da lì è nato lo stato islamico, all'inizio fu una sorpresa, ma poi a quanto pare, tutto va bene: è nata una belva assetata di petrolio come la madre che l'ha partorita, e questa belva non nasconde la sua brutalità dietro l'ipocrita esportazione della cosidetta democrazia occidentale.
La belva, si accontentano di tenerla al guinzaglio e di incanalarla dove vogliono loro. C'ha tutti i popoli contro, ma resiste bene purché vada là dove c'è il centro della cristianità, a Roma. A quanto pare è Roma l'obbiettivo dell'Isis e di chi li protegge, li rifornisce di armi, di denaro e di pozzi di petrolio da sfruttare. Per distruggere Gheddafi c'hanno messo pochi mesi. Per fermare l'Isis non hanno fretta: il segretario di stato americano ha detto che è un problema lungo, ci vorranno trent'anni.
Eppure sanno tutto dell'Isis, ma va bene così.
Si capisce da qui che i nemici di Roma, quale centro della cristianità non sono solo quelli dell'Isis. Questo piano diabolico (è il caso di dirlo) sembra sotto gl'occhi di tutti, ma alcuni reagiscono in modo diverso. Notate come Putin si sia assicurato le basi navali e l'aeroporto a Cipro (dove ci sono anche gli inglesi e gli americani) ma lui ha un'altro scopo, vuole sbarrare la strada all'Isis. Vuole anche pattugliare con le sue navi il mediterraneo. Meno male che ci pensa Putin a salvare Roma!
E il governo italiano cosa fa? Niente ancora, la minaccia è lontana, non c'è da preoccuparsi.
E i cristiani come reagiscono? Tutto tranquillo per ora. La Madonna del divino Amore ha già salvato Roma una volta.
Ma non sarà necessario salvare Roma un'altra volta? Come si salva Roma un'altra volta senon ritornando dalla Madonna del Divino Amore. Forza! lì c'è don Umberto che ci aspetta e chi ci insegna ad affidare tutto a Maria, e a prendere Maria in affidamento nella nostra casa! Presto inizieranno i pellegrinaggi notturni alla Madonna del Divino Amore, puntualmente il primo sabato dopo Pasqua.
 

Viva Maria!

    Viva Padre Pio
Viva don Umberto!
 
È autorizzata duplicazione
di tutto il materiale
originario di questo blog
con citazione della fonte.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy