Ultimi aggiornamenti

Ultimo aggiornamento:
6.11.18 La rima al
22/07/18 Maria
13/06/18 Amare e
22.04.18 Madonna
1.04.18 Autostrada
10.09.17 AVE MARIA
15.09.16 Addolorata
28.08.16 Messaggi di
11/07/16 Mamma
24/01/16 Schiavitù
Concezione di Placido T.
27/12/14 Ave Maria
26/06/14 33 anni di
09/06/14 Dio è più
02/01/14 La divina
25/12/12 Natale è lì,
25/11/12 Una grande
24/10/12 Maria e
25/08/12 Enigma:
13/05/12 Festa della
06/05/12 I fiori
10/04/12 il falsario
09/03/12 superare
04/03/12 Casale
15/01/12 Mammona
18/12/11 Nuova
24/11/11
27/10/11 La scala
19/09/11 43.mo
03/09/11 Fondo
1° /09/11 Amare
24/08/11 Gesù
24/08/11
22/08/11 Amami
11/08/11 La barca
18/07/11 Mi ami tu
13/07/11 "Dio come
29/06/11 Filosofia
27/06/11 Che faccia
17/06/11 il Divino
13/06/11 gruppo
9/06/11
9/06/11
5/06/11
 
 

Madonna Nera

IL Santuario della Madonna
Nera di Jasna Gora, è stato
gemellato con il Santuario
della Madonna del Divino
Amore, dal Papa
San Giovanni Paolo II.
La Madonna del Divino Amore è la Madonna di Roma, dell'Italia, del Mondo,

perché nei termini "Divino Amore", c'è tutto.
 
 La devozione a Maria del Divino Amore, secondo l'insegnamento di don Umberto, è nata tutta ai piedi della croce. Una madre affranta dal dolore che come una spada gli trafigge il cuore, assiste al suplizio del proprio figlio innocente e Lei lo proclama:
"non ha fatto niente di male!"
Ma l'evangelista non dice quanto gridato dalla Madre nel Suo dolore. Perché per gli ebrei maschilisti, le donne non hanno niente da dire, non contano niente.
Allora l'evangelista riporta le stesse parole della Madre mettendole in bocca al buon ladrone:
"Lui è innocente, non ha fatto niente di male, noi ben meritiamo questa condanna."
L'altro ladrone invece ripete altre parole gridate dalla Madre e dice:
"Se sei figlio di Dio, scendi dalla croce e facci scendere anche a noi!"
È sempre Maria che dà testimonianza e proclama il Figlio Suo "Figlio di Dio"
"è il Figlio di Dio, non fategli del male!"
Anche il centurione romano ha sentito tutte le grida della Madre:
"Questo era veramente Figlio di Dio!"
Ed in questo scenario avviene un fatto, quasi normale. Il Figlio di Dio che muore, sta per lasciare la Mamma sola e non vuole
abbandonarla sola, pertanto gli affida Giovanni, per consolarla. E Giovanni la prese con sé, nella Sua casa.
Giovanni, con il Suo amore per Maria, da conforto alla Mamma. E l'affidamento di Giovanni a Maria e di Maria a Giovanni,
avviene proprio in questo contesto di immenso dolore, ai piedi della Croce.
Possiamo tutti ripetere le parole di Maria:
"non ha fatto niente di male,
è il Figlio di Dio."
La nuova relazione conclude la redenzione. Gesù redentore salva e affida i salvati alla Sua santa Madre. Questo evento è difficile da accettare per i maschilisti ebrei ed altri. La redenzione si conclude nelle braccia di una Madre.
È la stessa Madre che era già presente per accogliere il Figlio di Dio, ed ora Ella accoglie i redenti.
Così è nella messa celebrata al santuario della Madonna del Divino Amore.

Viva Maria!

    Viva Padre Pio
Viva don Umberto!
 
È autorizzata duplicazione
di tutto il materiale
originario di questo blog
con citazione della fonte.
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy